Nel cuore del Giappone lungo la Nakasendo.


Volete conoscere il vero Giappone? Quello delle storie antiche dei Samurai, della spada di Hattori Hanzō e dei villaggi rurali?

Magari siete anche stufi dell’inverno e sognate già i fiori, Sakura, il cielo azzurro e l’aria fresca. E la primavera in Giappone è incantevole.

La Nakasendō era una delle cinque strade principali del Giappone che partivano dalla sede dello shōgun, Edo, nel periodo Tokugawa tra il 1600 e il 1868.

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-narai

La Nakasendō è un trekking che si può fare in autonomia, senza necessariamente essere accompagnati da una guida. Vi consiglio comunque di affidarvi a una agenzia per i percorsi dettagliati, i biglietti dei treni e le prenotazioni dei ryokan. Noi ci siamo affidati a Oku Japan che ha svolto per noi un lavoro impeccabile.

Giorno 1:

Volo diretto Alitalia da Roma Fiumicino a Tokyo Narita

Una volta a Tokyo prendiamo lo Shinkansen che ci poterà a Kyoto.

Kyoto Fu la capitale del Paese per più di un millennio (precisamente dal 794 al 1868) ed è nota come “la città dei mille templi“. Essendo stata quasi interamente risparmiata dalla seconda guerra mondiale, è considerata il più grande reliquiario della cultura giapponese e per questo inserita nei siti protetti dall’UNESCO. È una sede universitaria di importanza nazionale e centro culturale di livello mondiale.
Pernottamento all’Hyatt Regency di Kyoto.

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-kyoto

Giorni 2 e 3:

Kyoto
Giornate dedicate a esplorare l’antica capitale giapponese.
Non dimenticate che Kyoto ha il più grande patrimonio culturale di tutto il Giappone ed è nota per i suoi splendidi giardini zen. Se andate a primavera, prendete un po’ di tempo per un picninc tra i ciliegi…
Da non perdere:

Giorno 4:

 Magome – Tsumago. 3 ore – 8,3 Km

Oggi inizia il trekking vero e proprio…
Questa parte dell’itinerario è tra le più spettacolari. Passerete attraverso i ciligi in fiori, i bambù e i piccoli villaggi di campagna che vi lasceranno il ricordo di una dolcezza senza tempo.
Prendete il treno da Kyoto a Nakatsugawa. Una volta arrivati a Nakatsugawa salirete sul bus che vi porterà a Magome (Kitaena Bus).
Una volta arrivati a Magome troverete le prime indicazioni per il percorso della Nakasendo.
Attenti agli orsi! Sulla Nakasendo troverete spesso delle campagne da suonare per “spaventare” e allontare gli orsi… Noi per fortuna non li abbiamo mai visti!
Pernottamento: Hanaya a O-Tsumago.

Giorno 5:

Tsumago – Kiso-Fukushima. 6 ore – 18,3 Km

Questa giornata è divisa in due parti: in mattinata arriverete a Nagiso (se siete già stanchi di camminare da qui potete prendere il treno direttamente per Kiso-Fukushima, altrimenti potete continuare la passeggiata).
Se continuate a piedi arriverete a Nojiri attraversando campi e piccoli villaggi di campagna. La camminata è lunga ma non è impegnativa. Vi consigliamo, lingua permettendo, di scambiare qualche parola con gli abitanti dei villaggi che vi inviteranno a bere del tè e vi racconteranno le loro storie.
Da Nojiri prenderete un treno per Kiso-Fukushima.
Pernottamento: Komanoyu Ryokan vicino a Kiso-Fukushima.

In questo ryokan vi consiglio di cenare sul presto (come farete per tutto il viaggio) e di immergervi subito dopo cena nelle acque dell’Onsen. Vi abbasserà la pressione e farete splendidi sogni!

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-still-life-giappone
Nakasendo Trail

Giorno 6:

Kiso-Fukushima – Yabuhara – Narai. 3 ore – 6,2 Km

Dalla stazione di Kiso-Fukushima prenderete un treno che in poco tempo vi porterà a Yabuhara. Da qui inizia il percorso a piedi.
Questo è il percorso più faticoso del viaggio: salirete un po’ di altitudine. Ma ne varrà la pena perché i panorami dall’alto vi lasceranno a bocca aperta.
Seguendo le indicazioni della Nakasendo passerete per la Torii-touge, una montagna famosa dal XV secolo per la vittoria dei Samurai.
Pernottamento: Iseya a Narai.

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-tsumago

Giorno 7:

Narai – Kiso-Hirasawa – Karuizawa. 2 ore – 3 Km circa

Anche questa giornata è divisa in due tappe. È una camminata breve e tranquilla. Una giornata transitoria che passerete più sui treni che a piedi!
Da Narai percorrete una breve distanza fino alla stazione Kiso-Hirasawa (1 ora circa) lungo un fiumiciattolo. Questa stazione è facile da individuare: una casupola in mezzo al verde con il nulla intorno.
Da qui salirete sul treno fino a Karuizawa. Una volta arrivati in questa cittadina basterà camminare per altri 30 minuti fino al ryokan dove dormirete.
Pernottamento: Tsuruya Ryokan a Karuizawa.

In questo ryokan non potrete non pensare all’atmosfera descritta nel film di Wes Anderson, Grand Budapest Hotel.

Giorno 8:

Karuizawa – Yokokawa – Tokyo. 6 ore – 16,7 Km

Ultimo giorno! E sarete presi dalla malinconia e dal desiderio di rifare tutta la Nakasendo al contrario.

Lasciando il ryokan passerete l’Usui-toge pass e continuerete per una lieve discesa. Anche qui avrete uno dei più bei panorami della Nakasendo. Dopo la mattinata seguirete le indicazioni lungo la vecchia ferrovia e arriverete a Yokokawa. Da qui prenderete il treno per Tokyo.
Pernottamento: Park Hotel a Tokyo.

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-giappone

Giorni 9 e 10:

Tokyo
Giornata dedicata alla visita della capitale giapponese.
I ciliegi e i bambù saranno ormai un ricordo. Improvvisamente vi troverete in Blade Runner: luci, traffico, rumori e confusione. Fiumi di persone ai semafori e grattacieli immensi.
Nella sua modernità e frenesia, a Tokyo non manca sicuramente il fascino dell’avanguardia.
Da non perdere:

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-stazione-kyoto

ATokyo sicuramente non mancano le attività. Consiglio di fare due giornate piene.
Noi ne abiamo fatte 3 e il terzo giorno abbiamo preso il treno per andare ai laghi e vedere il monte Fuji. Uno spettacolo unico. La vetta era ancora innevata e ci siamo godute la vista dalla cittadina sul lago.

Vale la pena affittare le biciclette e fare l’intero tour dela lago che dura circa un’ora e mezza. Da qui potrete vedere il vulcano in tutta la sua maestosità.

Giorno 11:

Volo diretto Alitalia da Tokyo Narita a Roma Fiumicino

Buona camminata!

my-wanderlust-notes-a-piedi-percorrendo-la-nakasendo-trail-giorgia-romiti

Tags : trekking

Lascia un commento